BlockFi capitolo 11 protezione dal fallimento ha annunciato

L’annuncio della protezione contro i fallimenti BlockFi Chapter 11 è appena arrivato lunedì, diventando l’ultima azienda a fallire sul mercato dopo essere stata esposta allo straordinario crollo dell’exchange FTX all’inizio di questo mese.

La petizione del tribunale nel New Jersey arriva quando i valori della criptovaluta sono diminuiti drasticamente. Il costo del bitcoin, di gran lunga la valuta digitale più utilizzata, è diminuito di oltre il 70% dal suo picco nel 2021.

È stata annunciata la protezione contro i fallimenti del capitolo 11 di BlockFi, diventando l'ultima azienda che è stata colpita dalla caduta di FTX
È stata annunciata la protezione contro i fallimenti del capitolo 11 di BlockFi, diventando l’ultima azienda che è stata colpita dalla caduta di FTX

BlockFi, la società con sede nel New Jersey e di proprietà dell’ex dirigente finanziario diventato imprenditore di criptovaluta Zac Prince, ha affermato in una petizione di bancarotta che una crisi di liquidità è stata causata dalla sua significativa esposizione a FTX. Sam Bankman-Fried, il fondatore di FTX, ha presentato istanza di protezione negli Stati Uniti questo mese dopo che gli investitori hanno ritirato 6 miliardi di dollari dall’exchange in soli tre giorni e Binance, un exchange rivale, ha abbandonato un piano di salvataggio.

Perché è necessaria la protezione contro i fallimenti del capitolo 11 di BlockFi?

BlockFi ha affermato che la situazione di liquidità è stata causata sia dalla criptovaluta tenuta sulla piattaforma di FTX che è stata bloccata lì, sia dalla sua esposizione a FTX attraverso prestiti ad Alameda, una società di trading di criptovalute collegata a FTX. Tra $ 1 miliardo e $ 10 miliardi sono stati dichiarati come attività e passività di BlockFi.

In una causa legale separata intentata lunedì, BlockFi ha citato in giudizio per reclamare le azioni di Robinhood Markets Inc (HOOD.O), che erano state date in pegno come garanzia tre settimane prima, prima che BlockFi e FTX presentassero la protezione dal fallimento.

Renzi ha affermato che BlockFi aveva liquidato una parte delle sue partecipazioni in criptovaluta all’inizio di novembre per pagare il suo fallimento. BlockFi ora ha $ 256,5 milioni in contanti, grazie ai $ 238,6 milioni in contanti guadagnati da quelle vendite.

La piattaforma di trading azionario Robinhood Markets Inc. è stata citata in giudizio lunedì prima della protezione dal fallimento del capitolo 11 di BlockFi
La piattaforma di trading azionario Robinhood Markets Inc. è stata citata in giudizio lunedì prima della protezione dal fallimento del capitolo 11 di BlockFi

BlockFi ha anche presentato istanza di fallimento dopo che due dei suoi maggiori rivali, Celsius Network e Voyager Digital, lo hanno fatto a luglio, citando condizioni di mercato avverse che avevano causato perdite in entrambe le aziende.

Durante la pandemia, i finanziatori di criptovalute sono esplosi, attirando clienti ordinari con tassi a due cifre in cambio dei loro depositi di criptovaluta. A differenza dei prestatori tradizionali, i prestatori di criptovalute non sono autorizzati a mantenere riserve di capitale o di liquidità e molti di loro si sono trovati esposti quando la mancanza di garanzie li ha costretti a sopportare perdite significative.

Martedì segnerà la prima udienza di fallimento per BlockFi. Una richiesta di commento da parte di FTX non ha ricevuto risposta.

FTX è stato il secondo più grande creditore di BlockFi

BlockFi ha citato FTX come il suo secondo maggior creditore in una dichiarazione del tribunale di lunedì, con 275 milioni di dollari dovuti in prestito concesso all’inizio di quest’anno. Ha affermato di dover denaro a più di 100.000 debitori. Inoltre, l’azienda ha rivelato in una dichiarazione separata che intende licenziare due terzi dei suoi 292 membri del personale.

BlockFi avrebbe ricevuto una linea di credito rotativa da 400 milioni di dollari come parte di un contratto siglato con FTX a luglio, e a FTX è stata data la possibilità di acquistarla per un massimo di 240 milioni di dollari.

BlockFi ha affermato che FTX era il loro secondo più grande creditore in tribunale
BlockFi ha affermato che FTX era il loro secondo più grande creditore in tribunale

 

Anche la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti è stata menzionata da BlockFi come uno dei suoi maggiori debitori, con una richiesta di $ 30 milioni. Una filiale di BlockFi ha accettato di pagare alla SEC e a 32 Stati 100 milioni di dollari a febbraio per risolvere le accuse relative a un programma di prestito di criptovaluta al dettaglio che la società ha fornito a quasi 600.000 investitori.

Secondo un annuncio di notizie dell’epoca, il round di investimenti di BlockFi del marzo 2021 è stato co-guidato da Bain Capital Ventures e Tiger Global. Una richiesta di commenti non ha ricevuto risposta immediata da nessuna delle due società.

“Agire nel migliore interesse dei nostri clienti è la nostra massima priorità e continua a guidare il nostro percorso in avanti”,

BlockFi

Secondo un post sul blog di BlockFil’azienda sarà in grado di stabilizzare le sue operazioni e massimizzare il valore per tutte le parti interessate grazie alla protezione contro i fallimenti del capitolo 11 di BlockFi.

Renzi ha dichiarato in una dichiarazione che Blockfi intende chiedere il permesso di onorare le richieste di prelievo dei clienti dai conti dei portafogli dei clienti in cui è custodita la criptovaluta. L’azienda, tuttavia, non ha preso accordi su come gestire le richieste di prelievo dagli altri suoi prodotti, come i conti fruttiferi.

Il retroscena di BlockFi

Prince, che funge da amministratore delegato dell’azienda, e Flori Marquez hanno creato BlockFi nel 2017. Secondo il suo sito Web, BlockFi ha uffici non solo a Jersey City ma anche a New York, Singapore, Polonia e Argentina.

Prince aveva twittato a luglio:

Prince è cresciuto a San Antonio, in Texas, e ha utilizzato i profitti dei tornei di poker online per pagare i suoi studi universitari presso l’Università dell’Oklahoma e la Texas State University, secondo un profilo di BlockFi pubblicato all’inizio di quest’anno da Inc. Ha lavorato presso Zibby, un prestatore di locazione a riscatto che ora si chiama Katapult, e Orchard Platform, entrambi broker-dealer, prima di fondare BlockFi insieme a Marquez (KPLT.O).

Questo è tutto ciò che sappiamo sulla protezione dal fallimento del capitolo 11 di BlockFi. Man mano che arriveranno gli sviluppi, continueremo a informarvi. Mentre aspetti, potresti dare un’occhiata al nostro articolo intitolato Dopo il collasso di FTX, Binance sotto inchiesta

Source: BlockFi capitolo 11 protezione dal fallimento ha annunciato