La fuga di dati di Facebook fa sì che Meta venga nuovamente multata

La fuga di dati di Facebook ha rivelato i numeri di telefono, gli indirizzi e le date di nascita degli utenti di Facebook che hanno utilizzato il servizio tra il 2018 e il 2019 dopo l’hacking della piattaforma nell’aprile 2021. La Commissione irlandese per la protezione dei dati ha inflitto a Meta una multa di 276 milioni di dollari.

Poco dopo aver appreso della fuga di notizie, il DPC ha avviato un’inchiesta per determinare se Facebook fosse conforme alle normative europee del Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).

La fuga di dati di Facebook ha rivelato i numeri di telefono, gli indirizzi e le date di nascita degli utenti di Facebook
La fuga di dati di Facebook ha rivelato i numeri di telefono, gli indirizzi e le date di nascita degli utenti di Facebook

La fuga di dati di Facebook conteneva i nomi completi, le informazioni di contatto, gli indirizzi e le date di nascita degli utenti sulla piattaforma tra il 2018 e il 2019. All’epoca, Meta ha affermato che le informazioni erano state prese da una parte malintenzionata utilizzando un difetto che l’azienda ha affrontato in 2019.

Meta è stata multata a causa della fuga di dati di Facebook

Il DPC ha già multato Meta tre volte quest’anno a causa della fuga di dati di Facebook. In connessione con una serie di violazioni dei dati del 2018 che hanno compromesso le informazioni personali di ben 30 milioni di utenti di Facebook, il DPC ha penalizzato Meta $ 18,6 milioni di dollari a marzo per scarsa tenuta dei registri. L’autorità europea ha anche multato Meta per 402 milioni di dollari a settembre dopo aver esaminato il modo in cui Instagram ha gestito i dati degli adolescenti.

Il DPC ha multato Meta per quasi $ 700 milioni nel 2022; questo non include la multa di $ 267 milioni pagata da WhatsApp per aver violato le leggi europee sulla privacy dei dati l’anno precedente.

Un anonimo portavoce di Meta ha dichiarato:

Abbiamo apportato modifiche ai nostri sistemi durante il periodo in questione, inclusa la rimozione della possibilità di eseguire lo scraping delle nostre funzionalità in questo modo utilizzando i numeri di telefono. Lo scraping non autorizzato dei dati è inaccettabile e contrario alle nostre regole e continueremo a lavorare con i nostri colleghi su questa sfida del settore. Stiamo esaminando attentamente questa decisione.

In un post sul blog dell’anno scorsola società ha descritto i suoi sforzi per combattere il data scraping, aggiungendo che il suo team External Data Misuse (EDM) ha il compito di identificare, prevenire e bloccare il data scraping.

Spiegazione della perdita di dati di Facebook

I titolari di account Facebook si sono allarmati quando è stato annunciato che c’era stata una fuga di dati all’inizio di aprile dello scorso anno. Un miliardo e mezzo di account Facebook sono stati colpiti. Poiché il set di dati è del 2019, era disponibile ma non ampiamente distribuito. Le informazioni hanno iniziato a comparire gratuitamente durante il fine settimana su noti siti di hacking.

Le informazioni personali degli utenti sono apparse sui siti di hacking dopo la fuga di dati di Facebook dell'anno scorso
Le informazioni personali degli utenti sono apparse sui siti di hacking dopo la fuga di dati di Facebook dell’anno scorso

Nel 2019, gli hacker hanno utilizzato un difetto nello strumento Contact Importer di Facebook per raschiare i dati di Facebook. Secondo le informazioni fornite, molto probabilmente gli utenti hanno utilizzato emulatori Android, che sono programmi che replicano un dispositivo Android su un computer.

Hanno aggiunto, diciamo, 10.000 numeri di telefono alla rubrica del dispositivo simulato, scaricato l’app mobile di Facebook e quindi utilizzato la funzione “importa contatti” del programma per ottenere le informazioni rimanenti sui profili di quei 10.000 numeri di telefono. Dopo aver cancellato il dispositivo, hanno ripetuto il processo con un ulteriore batch di 10.000 numeri di telefono e il processo è andato avanti.

Come proteggersi da possibili fughe di dati di Facebook?

Il tuo numero di telefono potrebbe essere ancora a rischio anche se le tue informazioni di accesso, e-mail o password di Facebook non sono incluse negli elenchi di fughe di dati di Facebook. Ci sono semplici passaggi che puoi adottare per proteggerti.

Modifica le informazioni del tuo profilo in privato nelle impostazioni sulla privacy di Facebook

Gli hacker hanno rubato i dati del profilo che erano stati condivisi con “Amici” o impostati come “Pubblici” durante questa intrusione. Questi dati possono essere collegati a dati provenienti da altre violazioni e uniti ad essi per ottenere l’accesso a un numero ancora maggiore di dati e account personali. Per rendere private le tue informazioni:

Regola chi può contattarti su Facebook

Un altro passo importante è nascondersi dagli hacker. Fare così:

Impostazioni che ti consigliamo di utilizzare per proteggerti da possibili future fughe di dati di Facebook
Impostazioni che ti consigliamo di utilizzare per proteggerti da possibili future fughe di dati di Facebook

In questo modo, puoi regolare chi può cercare il tuo nome semplicemente digitando nella casella di ricerca.

Cambia il PIN del tuo telefono

Lo scambio di SIM è il processo in cui un criminale prende il controllo del numero di cellulare di una persona e quindi utilizza quel numero per accedere all’e-mail, ai social media e persino ai conti finanziari di quella persona. Ti consigliamo di modificare periodicamente il PIN della scheda SIM.

Sembra che arriveranno altre notizie sulla fuga di dati di Facebook dell’anno scorso. Ci auguriamo che la fuga di dati non ti abbia colpito. Per saperne di più su Meta, consulta l’articolo intitolato Perché Facebook licenzia: Meta licenzia 11.000 dipendenti

 

Source: La fuga di dati di Facebook fa sì che Meta venga nuovamente multata